Espulsi dall'Italia due presunti terroristi islamici

1' di lettura

Un marocchino e un tunisino sono stati intercettati mentre parlavano di martirio. Secondo fonti investigative avevano contatti con esponenti di Al Qaeda e svolgevano attività di proselitismo

Due presunti terroristi islamici sono stati espulsi dall'Italia su disposizione del ministro dell'Interno Roberto Maroni. Si tratta di un marocchino di 39 anni, che viveva a Gaiarine, in provincia di Treviso, e di un tunisino di 34 anni, che era domiciliato a Manzano, in provincia di Udine: la Digos di Pordenone, su disposizione della Procura di Trieste, li ha tenuti sotto controllo per settimane intercettando conversazioni a proprosito di possibili attentati e scoprendo che svolgevano attività di proselitismo della jihad. Secondo fonti investigative avevano contatti con esponenti di Al Qaeda.

Leggi tutto
Prossimo articolo