Caffarella, altri 2 arresti. Test del Dna positivo

1' di lettura

Sono due romeni di 18 e 27 anni. Hanno precedenti per rapina. Fermati alcuni giorni fa e portati in carcere, le vittime li hanno riconosciuti. il loro codice genetico coincide con quello sui vestiti della vittima

Altri due arresti per lo stupro della Caffarella, ma questa volta il loro Dna corrisponde a quello trovato sui vestiti della ragazzina violentata, sui mozziconi di sigaretta sulla scena del crimine e su un fazzolettino. Sono due romeni: Un diciottenne e un ventisettenne, entrambi ospitati negli ultimi mesi a Roma. Sono stati entrambi riconosciuti dalla giovane vittima e dal fidanzato: secondo gli inquirenti somigliano molto ad Alexandru Isztoika Loyos e Karol Racz, ovvero i due romeni prima arrestati per la Caffarella e ora detenuti per altri motivi.

blank_page Parco della Caffarella, il luogo dell'aggressione. Le immagini

Le foto dell'arresto di Loyos e Racz

Tutte le notizie sull'aggressione alla coppia di minorenni

Una lunga sequenza di violenza sulle donne: le storie

Leggi tutto