Milano, scatole rosa contro la violenza sulle donne

1' di lettura

Fino al 30 marzo il Comune di Milano e la fondazione Ania mettono a disposizione delle donne 1000 pink box, dispositivi satellitari per la sicurezza stradale e personale. Scopri come richiedere la tua scatola rosa

di Pamela Foti

I numerosi casi di violenza che in questi giorni occupano le pagine dei giornali, interrogano la politica e, soprattutto, preoccupano i cittadini. Le donne in primo luogo.
Oltre alle riflessioni in materia di sicurezza, come impiego dell’esercito e via libera a ronde di cittadini, arrivano le Scatola Rosa, presto in uso in via sperimentale a Milano.

Si tratta di dispositivi satellitari, collegati 24 ore su 24 con una centrale operativa, che si installano sulle automobili per aiutare a fronteggiare i rischi in cui incorrono le donne sulle strade: incidenti, guasti meccanici e, peggio ancora, aggressioni ed atti di violenza.
Secondo quanto si apprende da un’indagine Istat sono 6.743.000 le italiane tra i 16 e i 70 anni che nel corso della vita sono state vittime di violenza fisica o sessuale.

Presentate qualche mese fa dal ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna e dal sindaco di Milano Letizia Moratti, le pink box sono ora finalmente a disposizione delle donne del capoluogo lombardo, soprattutto per coloro che lavorano in orari pericolosi.

Come funziona?
E' semplice. In caso di guasto meccanico o aggressione, la guidatrice può chiedere soccorso immediato premendo un apposito pulsante in auto o usando un telecomando attivo nei pressi del veicolo di appartenenza.
Il dispositivo satellitare della pink box consente alla centrale di localizzare l'auto e fornire immediate indicazioni alle Forze dell’Ordine. 

Il progetto, patrocinato dal Ministro per le Pari Opportunità con un canone di 3 anni interamente finanziato dalla Fondazione ANIA, porterà all’installazione gratuita di 1.000 “scatole rosa” sulle auto di donne residenti nel Comune di Milano, che saranno scelte tra le milanesi patentate e con impiego che le porta a lavorare tra le 20 e le 7 di mattina. La domanda potrà essere inviata dal 9 al 31 marzo alla Direzione Centrale Famiglia, Scuola e Politiche Sociali. Il modello potrà essere scaricato dal sito www.comune.milano.it/scatolarosa

Leggi tutto