Caso Sandri, fratello vittima: "Mai più allo stadio"

1' di lettura

A dirlo Cristiano, che racconta l'affetto che le curve ancora dedicano al tifoso laziale ucciso l'11 novembre scorso. Una risposta all'intervista all'agente Spaccarotella che sparò

Cristiano, il fratello di Gabriele Sandri, racconta com'è cambiata la vita da quell'11 novembre scorso in cui il tifoso laziale è morto, ucciso dalla pallottola dell'agente Spaccarotella, che ora è accusato di omicidio volontario. "Non sono più andato allo stadio - dice - ma io e la mia famiglia sentiamo l'affetto delle curve, immutato nel tempo e capiamo che non hanno dimenticato".

Guarda anche l'intervista integrale all'agente Spaccarotella

Leggi tutto