Abu Omar, "magistrati violarono il segreto di Stato"

1' di lettura

La Consulta dà ragione ai governi Prodi e Berlusconi. La Procura di Milano indagò l'ex direttore del Sismi Nicolò Pollari e 26 agenti della Cia

Nelle indagini sul rapimento di Abu Omar, l'ex imam di Milano sequestrato a Milano il 17 febbraio 2003, i magistrati hanno violato il segreto di Stato. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale, accogliendo in parte i ricorsi presentati dai governi Prodi e Berlusconi. I pm di Milano avevano indagato e rinviato a giudizio l'ex capo del Sismi Nicolò Pollari e altre 34 persone. Il procuratore aggiunto Armando Spataro, titolare nel processo col collega Ferdinando Pomarici, sottolinea comunque: "E' stata riconosciuta la correttezza del nostro comportamento".

Leggi tutto
Prossimo articolo