Stupro Caffarella, Racz e Loyos restano in carcere

1' di lettura

Il Tribunale del riesame di Roma si è riservato di decidere sull'annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti dei due romeni accusati. Intanto spunta un supertestimone

Il Tribunale del riesame di Roma si è riservato di decidere sull'annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti dei due rumeni accusati di avere violentato una ragazza il giorno di San Valentino a Roma nel parco della Caffarella. Intanto spunta un supertestimone che avrebbe visto i due romeni sul luogo del fatto.

Leggi tutto
Prossimo articolo