Stupro Caffarella, 9 marzo udienza davanti al riesame

1' di lettura

Roma, il legale di Karol Racz ribadisce l'estraneità del suo assistito alla violenza sessuale sulla ragazza di 14 anni: secondo l'avvocato l'identikit fatto dalla vittima non corrisponde alle fattezze del suo assistito

E' fissata per lunedì prossimo l'udienza davanti al Tribunale del riesame, che dovrà decidere sull'istanza di revoca della custodia cautelare presentata dai legali dei due romeni ritenuti responsabili dello stupro al parco della Caffarella. Il legale di Karol Racz nega la responsabilità del suo assistito nella violenza sessuale, ma l'accusa del pm vincenzo Barba non traballa, forte di due punti fermi: il riconoscimento dei romeni da parte dei ragazzi e la confessione poi ritrattata di Alexander Loyos.

Caffarella, uno dei due presunti stupratori riconosciuto dalla vittima di Primavalle


Fermati i due presunti stupratori della Caffarella. Le foto

Parco della Caffarella, il luogo dell'aggressione. Le foto

Leggi tutto
Prossimo articolo