Caso Englaro, il papà di Eluana chiede i danni

1' di lettura

Beppino avvia l'azione civile di risarcimento contro chi lo ha diffamato e calunniato. Le prime raccomandate sono state già spedite

Che sia un medico di fama riconosciuta o un alto prelato del Vaticano poco importa. Chi ha chiamato papà Beppino assassino risponderà in tribunale. E' questa la "civil action" ideata dall'avvocato Massimiliano Campeis, legale della famiglia Englaro, contro coloro che in questi mesi hanno diffamato e calunniato papà Beppino e il primario Amato De Monte, l'anestesista a capo dell'equipe che ha interrotto l'alimentazione e l'idratazione di Eluana. L'azione di risarcimento coinvolgerà decine di persone e consentirà di raccogliere fondi per finanziare la battaglia sul testamento biologico.

Leggi tutto
Prossimo articolo