Lotito condannato a due anni per aggiotaggio

1' di lettura

La sentenza dei giudici della seconda sezione penale del tribunale di Milano riguarda la vicenda dell'acquisto di azioni Lazio avvenuto nel 2005. Coinvolto anche l'imprenditore Roberto Mezzaroma

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, è stato condannato a due anni di reclusione in primo grado dal tribunale di Milano per aggiotaggio manipolativo e informativo e ostacolo all'attività agli organi di vigilanza. La vicenda comincia nel 2005, con l'acquisto da parte di Roberto Mezzaroma (zio della moglie di Lotito e condannato nel processo a un anno e otto mesi) di oltre il 14 per cento della Lazio. Secondo la procura, quelle azioni erano riconducibili a Lotito: le aveva acquistate, aggirando l'obbligo del lancio di un'opa.

Leggi tutto
Prossimo articolo