Roma, casa a luci rosse: rischio Hiv per i clienti

1' di lettura

Tra gli arrestati anche un transessuale risultato sieropositivo. Si teme che qualcuno degli avventori della villa possa essere rimasto contagiato

Rischio Hiv per i clienti di una casa a luci rosse chiusa a Velletri, in provincia di Roma. La storia risale all'ottobre scorso, quando i carabinieri dopo indagini ed appostamenti fecero scattare un blitz in una villa dei Castelli Romani dove avvenivano incontri a sfondo sessuale tra trans, prostitute e clienti. L'operazione permise di accertare che uno dei trans che partecipavano alle orge è sieropositivo, per questo dalla procura di Velletri ora è arrivato un appello a tutti i possibili avventori della villa a sottoporsi ai test dell'Hiv per accertare se qualcuno è rimasto contagiato.

Leggi tutto
Prossimo articolo