Roma, cadavere nella valigia: confessa donna romena

1' di lettura

Era stata fermata insieme al marito per il brutale assassinio dell'amministratore del condominio dove i due vivevano. Alla base dell'omicidio sembra ci siano degli arretrati che la coppia doveva pagare

Ha confessato la donna romena fermata a Roma insieme al marito per l'omicidio dell'amministratore del condominio in cui la coppia viveva. Giovanni Santini, 63 anni, era scomparso venerdì, il suo corpo è stato trovato fatto a pezzi in una valigia all'interno dello stabile in via Urbano II, nel quartiere Aurelio. Georgeta Nikita, 31 anni, ha ammesso le proprie responsabilità, più restio il marito, Andrei Gabriel Nikita, 34 anni. Alla base del brutale assassinio ci sarebbero alcune rate arretrate del condominio o dell'affitto che la coppia doveva pagare.

Leggi tutto
Prossimo articolo