Padova, vuole un figlio dal marito in coma

1' di lettura

Il ginecologo Severino Antinori: "Sono disponibile a recarmi all'ospedale, per prelevare dal paziente in coma vegetativo spermatozoi vitali, applicando una nuova tecnica". Arriva lo stop del vaticano

Potrebbe essere concepito orfano del padre, in coma irreversibile all'ospedale di Pavia. Ma la moglie quel figlio lo vuole ad ogni costo, raccogliendo il liquido seminale del marito e sottoponendosi alla fecondazione assistita prima che lui muoia: perché per legge è vietato usare gameti di defunti. Ma è anche proibito utilizzarli senza il consenso del donatore, che manca perché l'uomo è in coma. Un caso difficile, destinato a far discutere. L'Asl di Padova non ha chiuso la porta alla possibilità di accogliere la richiesta della donna.

Leggi tutto
Prossimo articolo