Eluana, il padre: "La Chiesa non può impormi i valori"

1' di lettura

Beppino Englaro: "Nel 2004 chiesi aiuto a Berlusconi ma non mi rispose". Ieri la lettera al premier e a Napolitano: "Vengano a vedere mia figlia". I Nas: "Trovate anomalie, nuovi accertamenti"

Continua a suscitare polemiche il caso Englaro. Il papà di Eluana, dopo l'appello Berlusconi e Napolitano di visitare la figlia per rendersi conto delle condizioni in cui si trova, in un'intervista a "El Pais" ha dichiarato che la Chiesa non ha il diritto di imporgli i suoi valori. Poi ha rivelato che nel 2004 chiese aiuto a Berlusconi ma non ebbe risposta. Da Palazzo Chigi replica immediata: mai avute richieste d'intervento. Intanto mentre continua la sospensione dell'alimentazione a Eluana, ieri alla clinica "La Quiete" sono giunti i Nas che hanno riscontrato irregolarità amministrative.

Leggi tutto
Prossimo articolo