Eluana, su Facebook il decreto accolto da stupore e proteste

1' di lettura

In rete la decisione del consiglio dei ministri solleva molte critiche e perplessità. Ma non mancano le reazioni a favore

"Sul fronte della mia personale coscienza io, se non avessimo prodotto ogni sforzo per evitare la morte di una persona che è in pericolo di vita e non in stato di morte cerebrale, mi sarei sentito responsabile di omissione di soccorso". Silvio Berlusconi spiega con queste parole il decreto legge che blocca lo stop all'alimentazione per Eluana Englaro e in rete la discussione si accende nel giro di pochi minuti.
Su Facebook i primi post sono d'incredulità e di stupore. Irene Ester sul gruppo Facebook "Scriviamo al Presidente Napolitano per fermare il decreto contro Eluana" si dice indignata: "Assurdo...è tutto assurdo nel nostro Paese... Fanno i così "politicamente corretti"....mentre il rispetto reale per l'autodeterminazione va farsi friggere assieme alla libertà di scegliere...assieme a tanto altro. Indignata....profondamente".
C'è poi chi, come Pietro Monteleone, fa un appello a fare qualcosa parlando di "uno schiaffo a tutti! Alle Istituzioni, a Napolitano, allo Stato di diritto e soprattutto alla famiglia Englaro! Io non ci credo... non voglio crederci che siamo arrivati a tanto!"
Sempre su Facebook, sono tanti i messaggi di solidarietà al padre di Eluana, Beppino. Sul gruppo Arriva il decreto? Giuseppe Maglio invito Beppino a fare presto: "Faccia presto! Ora pensi ancora più intensamente ad una soluzione in grado di evitare questo ulteriore ostacolo! Ho appreso che il protocollo si è avviato e questo conforta tutti noi! Tutti noi le siamo vicini e siamo vicini a sua figlia e, come lei auspichiamo che la sua sofferenza termini! Forza Beppino e grazie per tutti noi!"

Sempre in queste ore fra diversi gruppi che aderiscono al più diffuso dei social network stanno rimbalzando messaggi per organizzare una grande manifestazione di protesta nei prossimi giorni, forse anche per domenica.

Naturalmente non mancano le reazioni a favore della decisione del governo. Rossella Marta sul gruppo Facebook "Eluana Englaro: una Vita degna!" ringrazia il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e invita la stessa Eluana a resistere e "che Dio ce la mandi buona...bisogna ancora sperare e lottare per la Vita!!!!Forza Eluana!!!""
L'appello di Scienza e vita: no alla condanna a morte di Eluana Englaro conta poco più di 9000 iscritti. Grande soddisfazione per l'azione intrapresa dal governo sul caso Eluana viene dal forum "Due minuti per la vita" dove si invita il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a controfirmare il decreto varato dall'esecutivo. Invito vano, visto che pochi minuti dopo arriva la notizia che il Quirinale ha deciso di non firmare il decreto.

Leggi tutto