Meredith, Sollecito: sono vittima di errore giudiziario

1' di lettura

Prima giornata di testimonianze all'udienza per la morte della studentessa inglese. Raffaele Sollecito ha subito preso la parola e, visibilmente emozionato, ha voluto ribadire: "Mi sembra di vivere in una situazione surreale".

Nella prima giornata di testimonianze all'udienza per la morte della studentessa inglese devono essere ascoltate nove persone chiamate a deporre dall'accusa ma il protagonista della mattinata è stato Raffaele Sollecito che ha subito preso la parola per rilasciare deposizioni spontanee. Visibilmente emozionato, ha voluto ribadire: "Mi sembra di vivere in una situazione surreale. Sono vittima di un errore giudiziario. Non ho mai fatto del male".

Leggi tutto
Prossimo articolo