Piero Grasso: delitto Fortugno ha risvegliato coscienze

1' di lettura

"E' nato un movimento d'opinione, i giovani sono insorti, è stato un importante risveglio culturale sottovalutato dalla 'ndrangheta": è il commento del procuratore nazionale antimafia Piero Grasso alla sentenza di oggi

Assieme a quello di Lodovico Ligato è l'unico omicidio eccellente in terra di 'ndranghtea. Francesco Fortugno è stato ucciso a Locri il 16 ottobre del 2005. Era il vicepresidente del Consiglio regionale calabrese. Esponente della Margherita. Si parlò subito di omicidio politico, mafioso. Durante i funerali, l'allora presidente della Repubblica Ciampi invitò i calabresi ad alzare la testa contro la criminalità organizzata. Così fu. "L'omicidio Fortugno ha dato vita a un importante risveglio culturale sottovalutato dalla 'ndrangheta": è il commento del procuratore nazionale antimafia Grasso.

Leggi tutto