Il Papa revoca la scomunica ai vescovi lefebvriani

1' di lettura

La decisione di Benedetto XVI dopo oltre vent'anni. "Un dono di Pace" lo definisce il Vaticano, ma intanto la comunità ebraica non nasconde l'irritazione per le tesi negazioniste del britannico Williamson

Benedetto XVI ha revocato la scomunica ai quattro vescovi ultratradizionalisti ordinati illegittimamente da Marcel Lefebvre il 30 giugno 1988. L'atto del "perdono" pontificio è stato pubblicato dalla Sala Stampa Vaticana. "Un dono di Pace" lo definisce il Vaticano. Ma intanto scoppiano le polemiche per le tesi negazioniste di uno dei vescovi, il britannico Williamson, che ha negato l'esistenza delle camere a gas. Il Vaticano "minaccia il futuro della storica riconciliazione tra la Chiesa cattolica e il popolo ebraico", dice il rabbino capo David Rosen.

Leggi tutto
Prossimo articolo