Caso Battisti, tensione tra Italia e Brasile

1' di lettura

A Roma e Milano siti in di protesta contro il provvedimento preso dal ministero della giustizia brasiliano di concedere lo status di rifugiato

C'era anche Daniela Santanchè davanti al Consolato brasiliano con Alberto Torregiani, figlio del gioielliere Pierluigi ucciso da Battisti il 16 febbraio 1979. Un sit in per protestare contro la decisione del governo brasiliano di non concedere l'estradizione dell'ex terrorista rosso. "Uno sputo in faccia all'Italia" cosi' i due hanno definito la decisione. "Quello che vogliamo - ha spiegato Torregiani - e' giustizia, per me e per i cittadini italiani".

Leggi tutto