Arrestato il superlatitante Giuseppe Setola

1' di lettura

La fuga è durata poco. Preso nel casertano il killer dei Casalesi. Maroni: "Si tratta di un colpo durissmo inferto alla camorra"


I carabinieri hanno arrestato oggi in una clinica a Mignano Pontelungo, nel Casertano, il super latitante Giuseppe Setola, considerato esponente di spicco del clan camorristico dei Casalesi, sfuggito due giorni fa alla cattura attraverso un passaggio
sotterraneo nella sua abitazione, che conduceva alle fogne.
Lo hanno riferito fonti investigative della Direzione distrettuale antimafia, aggiungendo che il presunto boss si era ferito durante la fuga attraverso i cunicoli, e si era dovuto far ricoverare nella
clinica in cui è stato catturato.
Le fonti aggiungono che le forze dell'ordine da questa mattina hanno passato al setaccio gran
parte del Casertano, sequestrando alla famiglia di Setola beni per un valore di 10 milioni di euro.

"Grandissima soddisfazione" è stata espressa dal ministro dell'Interno Roberto Maroni per l'arresto del latitante Giuseppe Setola. Si tratta, ha spiegato Maroni, "di un colpo durissimo inferto alla camorra". Il titolare del Viminale ha quindi ringraziato la magistratura e le forze dell'ordine "che hanno lavorato intensamente per il conseguimento di questo importante risultato".

Leggi tutto
Prossimo articolo