Facebook, mobilitazione sul web contro gruppi pro Riina

1' di lettura

Facebook rimuove le foto di donne che allattano ma non le pagine crate da simpatizzanti dei boss mafiosi. Ma è lo stesso popolo della community che si mobilita

I mafiosi siciliani Riina e Provenzano mitizzati. Succede anche questo su Facebook. E quel che è peggio è che i gestori del famoso social network hanno fatto sapere che non scatterà alcuna censura. Ma una rivolta è già scattata da una parte degli iscritti, che si è mobilitata contro i gruppi pro Riina interni a Facebook: sono già cinquantamila gli utenti che hanno raccolto l'appello di pagine come "O noi o loro, 100mila firme contro la mafia on line", "Fuori la mafia da Facebook", "No alla mafia sui social network" oppure "A noi la mafia fa schifo".

Leggi tutto
Prossimo articolo