Terremoto tangenti a Napoli, Iervolino: io vado avanti

1' di lettura

Tredici persone sono state arrestate nell'ambito di un'inchiesta su presunte tangenti negli appalti per la manutenzione delle strade. Tra questi ci sono 4 assessori ma anche imprenditori, magistrati e esponenti politici. Il sindaco vede Veltroni a Roma

Il comune di Napoli è stato sconvolto oggi da un vero e proprio terremoto giudiziario. Tredici persone sono state arrestate nell'ambito di un'inchiesta su presunte tangenti negli appalti per la manutenzione delle strade. Tra questi ci sono 4 assessori ma anche imprenditori, magistrati e esponenti politici. Avvisi di garanzia sono stati emessi per i parlamentari Bocchino e Lusetti. Il sindaco Iervolino ha incontrato a Roma il segretario del Pd Veltroni e gli ha comunicato la sua intenzione di non lasciare e dare forti segnali di rinnovamento.

Leggi tutto
Prossimo articolo