Introdusse la figlia illegalmente in Italia, "innocente"

1' di lettura

Sentenza della Cassazione sulla vicenda di un uomo macedone, regolare in Italia, accusato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina per avere condotto nel nostro paese la figlia, senza avere ottenuto il ricongiungimento familiare

Il genitore extracomunitario che porta illegalmente con sé un figlio in un paese straniero, soprattutto se l'alternativa è abbandonarlo al proprio destino in patria, non compie un gesto criminale. Fa discutere la sentenza della Cassazione, che ha confermato l'assoluzione di un macedone dal reato di favoreggiamento dell'ingresso clandestino per aver cercato di portare in Italia la propria figlia, non avendo ottenuto il ricongiungimento familiare. La sentenza ha scatenato l'ennesima polemica tra maggioranza e opposizione.

Leggi tutto
Prossimo articolo