Oltre il 57% degli studenti non si sente al sicuro a scuola

1' di lettura

Secondo un sondaggio di Skuola.net i ragazzi tra i 14 e i 19 anni hanno paura di andare a scuola. Bertolaso riferisce alla Camera: Non è un episodio isolato quello avvenuto alla scuola Darwin. E venerdì l'Onda torna in piazza


di Pamela Foti

Gli studenti hanno paura di andare a scuola. Oltre il 57% ha paura. Questo almeno quanto emerge da un sondaggio promosso dalla community web di riferimento per gli studenti Skuola.net, a cui hanno partecipato 689 studenti di età compresa tra i 14 e 19 anni. 
“Ho paura a metter di nuovo piedi in quella scuola, ho paura per i miei amici perché temo possa accadere nuovamente e che magari esistano anche altri problemi esteticamente nascosti, ma da cui possa nascere una nuova tragedia" ha dichiarato al sito un'ex studentessa del liceo Darwin di Rivoli, dove domenica ha perso la vita Vito Scafidi.

Quello che è successo a Rivoli potrebbe davvero succedere da un'altra parte?
Una cosa è certa. Non si tratta di “una situazione episodica", ha riferito oggi alla Camera il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Guido Bertolaso. Inoltre, secondo “stime approssimative” la ristrutturazione delle scuole italiane, la messa a norma e in sicurezza costerebbe infatti allo Stato circa 13 miliardi di euro.

Parole queste che arrivano proprio nella VI Giornata nazionale della sicurezza scolastica. Un'iniziativa proposta da Cittadinanzattiva nell’ambito della campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione sulla sicurezza nelle scuole “Impararesicuri”, campagna nazionale di informazione e sensibilizzazione sulla sicurezza nelle scuole.

“La tragedia del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli è una tragica conferma di quanto sia sottovalutata la gravità della situazione relativamente alla messa in sicurezza degli edifici scolastici in Italia dalle nostre istituzioni”. Si legge nel comunicato di Cittadinanzattiva, che da sei anni conduce ininterrottamente un monitoraggio del livello di sicurezza, qualità e comfort di un campione sempre diverso di edifici scolastici italiani”. E ancora: “Il taglio ai fondi previsti per il 2009 dal Decreto Gelmini non fa che aggravare una situazione già di per sé fuori controllo”.

E proprio per chiedere “misure straordinarie di investimento nell’edilizia scolastica” e per esprimere solidarietà ai ragazzi e alle famiglie di Rivoli, venerdì 28 novembre gli studenti manifesteranno con cortei e iniziative in tutta Italia.
“L’Onda scende in piazza con rabbia e sdegno per la morte di Vito, perché non accada mai più”. Questo il testo del volantino di Unione degli studenti per la mobilitazione di venerdì.

Oggi, intanto, oltre 3 mila persone, in maggioranza studenti, hanno dato vita ad un corteo a Rivoli in memoria di Vito Scafidi. Oggi la camera ardente, domani alle  15 a Pianezza i funerali.

Leggi tutto
Prossimo articolo