Bologna, sotto sequestro la fabbrica di gomma

1' di lettura

Alla "MarconiGomme" due persone sono morte ieri per l'esplosione di un miscelatore . Aperto un fascicolo per omicidio colposo ma per ora non risultano indagati

Sono ancora da accertare le cause dell'esplosione alla "MarconiGomme", la fabbrica di mescole di gomme di Sasso Marconi dove ieri, in seguito allo scoppio di un miscelatore, sono rimasti uccisi il direttore dell'azienda, Fabio Costanzi, e un operaio indiano, Jadav Ramjas. Lo stabilimento, che è sotto sequestro, è stato ispezionato in mattinata dal consulente tecnico della procura di Bologna, Marco Bardazza, che dovrà accertare quali sono state le cause dello scoppio e le eventuali responsabilità. Sull'incidente il pm Marco Mescolini ha aperto un fascicolo per omicidio colposo ma per ora non risulta ci siano indagati.

Leggi tutto
Prossimo articolo