Caso Englaro, il medico: Usata per una battaglia ideologica

1' di lettura

"Chi si oppone alla sentenza lo fa per una propria battaglia di principio". Lo afferma il professor Defanti, che dal 1995 ha in cura Eluana Englaro. Del suo caso è tornato a parlare anche il cardinale Bagnasco, che dice no allo stop dell'alimentazione

"Il gran clamore intorno al caso di Eluana Englaro e alla sentenza della Corte di Cassazione nasce dal fatto che per la prima volta si assume una decisione trasparente su un tema come questo; poi chi si oppone alla sentenza lo fa per una propria battaglia di principio e non perchè ha a cuore la sorte di Eluana". E'quanto afferma il professor Carlo Alberto Defanti, il neurologo che dal 1995 ha in cura Eluana, ex primario del Niguarda di Milano e studioso di problemi bioetici. Del caso di Eluana è tornato a parlare anche il cardinale Bagnasco, che dice no allo stop dell'alimentazione.

Leggi tutto
Prossimo articolo