G8 di Genova, a SKY TG24 le parole di un condannato

1' di lettura

Luigi Fazio è fra i poliziotti riconosciuti colpevoli per i fatti avvenuti alla Diaz. "Non è stato un blitz programmato" dice l'agente che accusa: i colleghi che hanno autonomamente deciso di aggredire i ragazzi devono pagare

Luigi Fazio è fra i condannati per i fatti della Diaz. In polizia dal '71, con 20 anni di antiterrorismo e 10 di criminalpol alle spalle dice che alla Pascoli c'erano "più di 150 agenti e solo 2 funzionari responsabili del servizio. Si è arrivati allo sbaraglio" sostiene Fazio che si chiede: "Come si può controllare centinaia di agenti?" Secondo il poliziotto "non è stato un blitz programmato" perché "nessuno sapeva nemmeno dove entrare e non c'è stato un comando per intervenire". Qualche agente però ha infierito sui ragazzi, per "liberare la loro violenza. Queste persone devono pagare".

Leggi tutto
Prossimo articolo