Delitto Amiata, giovane cuoco confessa l'omicidio

1' di lettura

Ha confessato e ha ammesso di aver ucciso lui l'anziana trovata morta il 10 luglio scorso in una villa in provincia di Grosseto. Si tratta di un giovane di 27 anni che ha ricostruito la dinamica di quanto successo e ha fornito il movente: un furto

Incensurato, sposato, con un figlio di due anni e mezzo e uno in arrivo. Un lavoro come cuoco in un convitto per studenti, ma soprattutto la difficoltà di arrivare alla fine del mese con poco più di mille euro. Ecco la spiegazione. Una tragedia figlia della nuova povertà, come l'ha definita il pm di Grosseto Alessandro Leopizzi titolare delle indagini sull'omicidio di Silvana Abate uccisa a luglio nella sua villa di Arcidosso in prov di Grosseto proprio dal cuoco disperato, Aldo Staiani, 27 anni.

Leggi tutto
Prossimo articolo