Papa condanna il mercato di organi: più rigore sui trapianti

1' di lettura

Incontrando i partecipanti ad un convegno sulla donazione d'organi, Benedetto XVI ha invitato la scienza a progredire soprattutto su un punto: la certezza del decesso avvenuto

Gli organi umani da trapiantare possono essere prelevati solo "ex cadavere" e la scienza deve ulteriormente progredire sull'accertamento della morte, in modo che non rimanga "il minimo sospetto di arbitrio": è quanto ha affermato oggi Benedetto XVI, ricevendo in udienza i partecipanti a un congresso sulla donazione di organi promosso dalla pontificia accademia per la vita. Per la donazione degli organi, ha detto il Pontefice, "il consenso informato è condizione previa di libertà, perché il trapianto abbia la caratteristica di un dono e non sia interpretato come un atto coercitivo o di sfruttamento".

Leggi tutto
Prossimo articolo