Secondigliano, ragazzi gambizzati: forse una vendetta

1' di lettura

Continua tra paura e omertà la caccia al commando che sabato notte ha sparato ai cinque minorennni. Sull'accaduto è intervenuto anche Napolitano: violenza efferata

Continua a Napoli la caccia al commando che sabato notte ha sparato a cinque ragazzini tra i 12 e i 16 anni, ferendoli alle gambe. Per gli inquirenti all'origine dell'agguato potrebbe esserci una vendetta dopo una maxi rissa. Altra ipotesi un atto d'intimidazione al gestore della sala giochi dove è avvenuta la sparatoria. Omertà e paura tra gli abitanti del quartiere. Sull'accaduto è intervenuto anche il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, parlando di violenza efferata.

Leggi tutto
Prossimo articolo