Allarme del Papa: "Morte e aldilà oscurate da superstizioni"

1' di lettura

Benedetto XVI ha parlato in occasione della festività dedicata ai defunti. "La Chiesa ci invita a pregare per i nostri cari defunti e a sostare presso le loro tombe nei cimiteri, la speranza cristiana è per tutti", ha detto il Pontefice

C'è una concezione della morte che non è cristiana ma che sta diffondendosi anche nel cristianesimo, nella mentalità dei fedeli. E' l'allarme lanciato dal Papa all'Angelus. "E' necessario anche oggi, ha ricordato Benedetto XVI, evangelizzare la realtà della morte e della vita eterna, realtà particolarmente soggette a credenze superstiziose e sincretismi, perché la vita cristiana non rischi di mischiarsi con mitologie di vario genere". "La Chiesa, ha aggiunto il Papa, ci invita a pregare per i nostri cari defunti e a sostare presso le loro tombe nei cimiteri, la speranza cristiana è per tutti".

Leggi tutto
Prossimo articolo