Si rovina al gioco per colpa di un farmaco

1' di lettura

Per anni un commerciante ha assunto un medicinale per curare i disturbi del morbo di Parkinson. Non sapeva che il farmaco aveva come effetto collaterale la dipendenza dal gioco d'azzardo

Ha perso 300 mila euro al gioco perchè la medicina con cui si curava per il Parkinson lo aveva reso dipendente di slot machine e poker d'azzardo. Per questo un uomo di 56 anni di Carrara ha fatto causa alla Asl di Viareggio, dove era il cura, chiedendo indietro i risparmi di una vita. Il farmaco che gli e' stato prescritto e' il Pramipexolo che ha, tra gli effetti collaterali "anche pulsione patologica al gioco d'azzardo. In quasi tre anni, dalla fine del 2005 al maggio del 2008, quest'uomo ha perso circa 300 mila euro, consumato da una versa ossessione per il gioco.

Leggi tutto
Prossimo articolo