30 anni a Guede, rinvio a giudizio per Amanda e Raffaele

1' di lettura

Questa la decisione del giudice nei confronti dei tre giovani accusati dell’omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese morta nella notte tra il 1 e il 2 novembre dello scorso anno

30 anni di carcere a per Rudy Guede, rinvio a giudizio per Amanda Knox e Raffaele Sollecito. E’ questa la decisione del giudice dell’udienza preliminare Paolo Micheli nei confronti dei tre accusati per l’omicidio di Meredith Kercher, la giovane studentessa inglese uccisa la notte tra il 1 e il 2 novembre dello scorso anno. I pm Giuliano Mignini e Manuela Comodi avevano chiesto l’ergastolo per l’ivoriano, processato con rito abbreviato, e il rinvio a giudizio per gli altri due. Secondo gli inquirenti Amanda, Raffaele e Rudy sono responsabili del delitto maturato nel corso di un "gioco erotico violento" al quale  Mez voleva sfuggire. I tre accusati si sono sempre professati innocenti. Questa mattina, uscendo dal Tribunale, i legali di Amanda e Raffaele avevano evidenziato che i pm si sono opposti alla richiesta di concessione degli arresti domiciliari avanzata dalle difese in subordine rispetto alla richiesta di proscioglimento adducendo, tra l'altro, il pericolo di fuga e la reiterazione del reato. Gli avvocati difensori di Rudy Guede avevano invece chiesto il proscioglimento con formula ampia e, in subordine, le attenuanti generiche.

Leggi tutto
Prossimo articolo