Giornata di contestazioni contro il governo

1' di lettura

In piazza San Giovanni a Roma la manifestazione più imponente: 200mila persone per la questura, quasi il doppio secondo gli organizzatori. Cori di "no" ai ministri Gelmini e Brunetta, al precariato, alla cattiva sanità

In piazza c'è l'amarezza e la rabbia, c'è il no assoluto e quello propositivo, ci sono i lavoratori pubblici e quelli privati di Cub Cobas e Sdl. C'è la società insomma, fatta di scuola, di sanità, di genitori, di studenti, di immigrati. Ci sono volti e storie, di insegnati precari. Se una manifestazione si misura anche con il blocco di una città, allora, adilà dei partecipanti, che per la questura sono stati 200mila e per gli organizzatori 350 mila, questa è riuscita.

Leggi tutto
Prossimo articolo