La Corte d'appello rinvia alla Cassazione il caso Englaro

1' di lettura

I giudici della Corte d'appello di Milano hanno in un certo senso congelato la richiesta di sospensione dell'esecutività del decreto con il quale si autorizzava il padre a sospendere le cure che tengono in vita la figlia

I giudici civili di Milano hanno pronunciato una sentenza di non luogo a provvedere sulla richiesta di sospensione dell'esecuzione della decisione con la quale i giudici avevano autorizzato lo stop ai trattamenti sanitari che tengono in vita Eluana Englaro, da 16 anni in stato vegetativo permanente. La giovane è al centro di un complesso caso giudiziario poiché il padre da una decina d'anni chiede la sospensione del trattamento che la tiene in vita. Per il prossimo 11 novembre è stata fissata l'udienza in Cassazione che dovrà decidere sul ricorso della procura generale di Milano.

Leggi tutto
Prossimo articolo