Eluana, no della Corte Costituzionale a ricorsi delle Camere

1' di lettura

La Consulta li ha dichiarati inammissibili. Entrambi i rami del Parlamento avevano sostenuto che il tribunale non poteva concedere di sospendere l'alimentazione della ragazza in coma da 16 anni. La Corte d'Appello ha respinto la sospensiva

"Non luogo a provvedere". Con questa decisione la Corte d'Appello di Milano ha congelato la richiesta di sospendere l'esecutività della sentenza con cui nel luglio scorso la stessa corte d'Appello autorizzava il signor Beppino Englaro ad interrompere alimentazione e idratazione di Eluana, la figlia in coma vegetativo irreversibile da sedici anni dopo un incidente stradale avvenuto il 18 gennaio del 1992. Bocciato il ricorso presentato da Camera e Senato che avevano sollevato il conflitto di poteri tra giudiziario e legislativo su temi come quelli dell'etica.

Leggi tutto
Prossimo articolo