Oltre Alitalia: gli scioperi che ci lasceranno a piedi

1' di lettura

Si temeva il caos aereo e sono stati precettati i ferrovieri per venerdì. Ma resta una raffica di proteste nel settore dei trasporti: sciopero generale dei Cobas il 17 ottobre. Il 10 novembre si fermano treni e mezzi pubblici

Autunno caldo nel settore dei trasporti? Non solo a causa dell'agonia di Alitalia. Mentre la trattativa per il salvataggio della compagnia tiene i viaggiatori con il fiato sospeso (qui tutti gli aggiornamenti) una stagione di agitazioni bussa ufficialmente alle porte: per informazioni ufficiali sui principali scioperi nazionali e interregionali, si può consultare il prospetto a cura del Ministero dei Trasporti.
Ed ecco qui di seguito un breve vademecum sulle prossime agitazioni, per evitare di restare a piedi.

VENERDI’ 26 settembre, treni regolari.  Nessun problema venerdì per i collegamenti ferroviari. Con un’ordinanza, infatti, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli ha differito lo sciopero indetto per il 26 settembre dalle organizzazioni sindacali del personale dipendente del Gruppo Fs (RSU/RSL dell'Assemblea nazionale dei Ferrovieri, SDL e CUB trasporti).
E' stato inoltre differito lo sciopero indetto lo stesso giorno dall'Orsa, che rappresenta il personale di Macchina e di Bordo del Gruppo Fs della Regione Toscana.
Ne dà notizia un comunicato del Ministero dei Trasporti spiegando che, tra i motivi che hanno reso necessario il provvedimento, oltre ai preoccupanti disservizi che sarebbero derivati ai viaggiatori in un giorno in cui l'affluenza è elevata, anche la concomitante e pesante congiuntura che caratterizza il trasporto aereo dovuto alla crisi di Alitalia.
Qui il comunicato del sindacato autonomo Cub (Confederazione unitaria di base), molto rappresentativo della categoria, col quale si dà notizia della precettazione dei lavoratori Fs.
Lo sciopero era stato indetto per “la riassunzione del macchinista Dante De Angelis e degli otto operai dell'Oml di Genova” questi ultimi accusati di farsi timbrare il cartellino da altre persone, senza essere accusati di non lavorare.
Intanto, per il reintegro di De Angeles sono già state raccolte oltre 8 mila firme grazie a una petizione on line.

GIOVEDI’ 30 settembre, stop di 4 ore del trasporto pubblico locale. E’ previsto per giovedì 30 settembre uno sciopero nazionale dei trasporti di terra indetto dai sindacati Cub. Gli autoferrotranvieri incrociano le braccia per 4 ore (che si articoleranno in diverse modalità) per la riapertura del negoziato per il rinnovo del contratto collettivo nazionale.
Possibili disagi dunque su bus, tram, filobus e metropolitane:
a Roma l’agitazione scatta alle 20,30 e termina a fine servizio
a Milano, sciopero dalle 18 alle 22
a Bologna, dalle ore 12.30 alle ore 16.30
Con questo comunicato i sindacati spiegano le loro ragioni.

VENERDI' 17 ottobre, sciopero generale. CUB, Confederazione Cobas, SdL Intercategoriale hanno proclamato lo sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private per l’intera giornata del 17 ottobre 2008.  
Lo dimostrazione è stata organizzata a sostegno della piattaforma che le tre organizzazioni sindacali di base hanno unitariamente consegnato al governo il 20 giugno scorso.
“Durante lo sciopero generale saranno garantiti i servizi minimi essenziali. Le articolazioni di categoria saranno quanto prima comunicate a cura delle stesse” scrivono i sindacati sul sito Internet dedicato alla giornata di sciopero nazionale.
Ecco il volantino dell'agitazione.

LUNEDI' 10 NOVEMBRE si fermano treni, bus e metro. Le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl trasporti, Orsa trasporti, Faisa e Fast, dopo aver differito il fermo annunciato il 13 ottobre, hanno proclamato lo sciopero del trasporto pubblico locale e del trasporto ferroviario per l’intera giornata di lunedì 10 novembre.
Per il trasporto ferroviario lo sciopero inizierà alle ore 21.00 di domenica 9 novembre e terminerà alle 21.00 di lunedì 10 novembre. In questo settore, oltre alle normali prestazioni indispensabili (fasce orarie e treni garantiti), sarà comunque garantito il servizio su gomma a lunga percorrenza.
I mezzi pubblici del trasporto locale si fermeranno per l'intera giornata del 10 novembre nel rispetto delle usuali fasce orarie di servizio garantite.
Leggi il comunicato stampa delle sigle sindacali.

Info utili.

Nel caso di scioperi, per maggiori informazioni sulle partenze dei treni nazionali e internazionali, le Fs invitano i viaggiatori a
-    telefonare al call center di Trenitalia (892021)
-    consultare il sito internet delle Ferrovie dello Stato
-    recarsi nei punti informativi e negli uffici di assistenza delle principali stazioni

Inoltre, nelle giornate di agitazione sindacale, Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto predisposti a seguito di accordi con le Organizzazioni sindacali, ritenuti idonei dalla Commissione di Garanzia per l'attuazione della Legge 146/1990.
Ed ecco un elenco di tutti i treni garantiti in caso di sciopero. 

Leggi tutto