Il Garante della privacy sfida il "grande fratello"

1' di lettura

Vasta operazione dell'unità speciale della Guardia di Finanza in tutta Italia per verificare la correttezza dei sistemi di videosorveglianza. Ad ordinare le ispezioni il Garante della privacy e l'obiettivo è verificare il rispetto delle regole già fissate

Tecnologie sofisticate, sistemi miniaturizzati o dispositivi camuffati. Le telecamerine della videosorveglianza sono ovunque e chiunque le può utilizzare. Comuni, scuole, ospedali, società private e istituti di vigilanza che trattano dati personali anche per conto terzi. Sono 40 oggi le ispezioni dell'unità speciale della Guardia di Finanza in tutta italia. Ad ordinarle il Garante della privacy e l'obiettivo è verificare il rispetto delle regole già fissate dall'autorità nel 2004. In particolare l'informazione data al pubblico.

Leggi tutto
Prossimo articolo