Giovane ucciso a Milano, padre e figlio restano in carcere

1' di lettura

Il gip di Milano ha convalidato il fermo dei due baristi accusati di aver ucciso a sprangate il giovane italiano di colore

Il gip di Milano ha convalidato il fermo e disposto il carcere per Fausto e Daniele Cristofoli, padre e figlio accusati di concorso nell'omicidio volontario di Abdoul Guibre. Il ragazzo di 19 anni era stato colpito a sprangate domenica scorsa a Milano e morto dopo alcune ore in ospedale. Intanto domani verrà eseguita l'autopsia sul corpo della vittima.

Leggi tutto
Prossimo articolo