Caso Englaro, alt della Lombardia: l'alimentazione continui

1' di lettura

Dopo il nulla osta dei giudici della Corte d'appello di Milano alla sospensione del trattamento di idratazione e alimentazione forzata, oggi è arrivato un nuovo stop dalla regione Lombardia. "Andremo fino in fondo" ha spiegato il papà Beppe Englaro

Ha dovuto aspettare giorni Beppe Englaro per avere una risposta dalla Regione. Ora è arrivata. Nessuna struttura delle Lombardia potrà sospendere l'idratazione e l'alimentazione artificiale di Eluana. Da 16 anni in coma vegetativo permanente. Il tutto nonostante ci sia un provvedimento della corte d'Appello di Milano, confermato dalla Cassazione, immediatamente esecutivo che autorizza a staccare il sondino. Secondo il direttore generale della sanità lombarda, Carlo Lucchina, la decisione della corte non contiene un obbligo formale a carico di soggetti o enti precisi.

Leggi tutto
Prossimo articolo