Usa: Harvey, piove troppo, meteo aggiunge colori sulle mappe

A causa delle abbondanti piogge, il servizio meteorologico statunitense ha dovuto aggiornare i colori di mappe e grafici per identificare in maniera più efficace i vari livelli di intensità delle precipitazioni (foto: Twitter National Weather Service)
2' di lettura

Il servizio meteorologico statunitense è stato costretto a ricorrere a nuove sfumature cromatiche per visualizzare in modo più efficace i vari gradi di intensità del fenomeno

L'uragano Harvey che sta colpendo in questi giorni gli Stati Uniti ha causato precipitazioni così abbondanti in alcune aree del Texas che il servizio meteorologico nazionale è stato costretto ad aggiungere nuovi colori alle mappe meteo e ai grafici allo scopo di visualizzare in maniera più efficace il fenomeno.

Caduti 40 mila miliardi di litri di pioggia

Fino ad ora in Texas sono caduti oltre 40mila miliardi di litri di pioggia. Sono questi solo alcuni dei numeri che testimoniano l’impatto disastroso che l’uragano Harvey sta avendo in alcune aree degli Stati Uniti in particolare. Secondo gli esperti, una volta che Harvey avrà completato il suo percorso, i litri di pioggia caduti potrebbero addirittura superare la quota di novanta mila miliardi. L’abbondanza di precipitazioni ha avuto, però, anche un’altra conseguenza. Il servizio meteorologico nazionale, infatti, ha dovuto aggiornare la propria rosa di colori per mappe e grafici allo scopo di descrivere in maniera più efficace e precisa il fenomeno. Come annunciato dalla stessa agenzia via Twitter sono stati, infatti, aggiunti il viola scuro e il rosa chiaro per visualizzare in modo più efficace i vari gradi di intensità della pioggia.

Le conseguenze dell'uragano Harvey

Nel complesso sono state duemila le persone salvate in acqua a Huston, mentre in tutto lo Stato ci sono state 316 mila interruzioni di corrente. Oltre 75 mila, poi, sono state le chiamate al numero di emergenza 911 di Huston solo nelle ultime 24 ore. Il numero risalta ancora di più se si considera che la media giornaliera in condizioni ‘normali’ è di ottomila chiamate al giorno. Lo Stato di emergenza dichiarato a causa dell’uragano ha, invece, interessato un totale di 62 contee. Secondo quanto riferito dal sindaco di Huston, Sylverster Turner, attualmente sarebbero circa 5.500 le persone ospitate nelle strutture d’accoglienza della città, ma secondo il primo cittadino questo numero sarebbe destinato a salire ulteriormente.

Leggi tutto
Prossimo articolo