"L'Ora della Terra", luci spente per un'ora

1' di lettura

In occasione dell'evento internazionale del WWf dedicato ai cambiamenti climatici, sabato 25 marzo i monumenti di 400 città in tutta Italia resteranno al buio per 60 minuti

Luci spente nel centro di Roma per l'"Ora della Terra". Anche la capitale parteciperà alla “Earth Hour” l'evento globale promosso dal Wwf per sensibilizzare sul tema dei cambiamenti climatici e che prevede la chiusura simbolica delle luci in tutto il mondo per 60 minuti.

 

L'Earth Hour – La grande mobilitazione del Wwf è un appuntamento che si svolge ogni anno dal 2007, prima edizione in cui venne coinvolta solamente la città di Sidney. Nel corso degli anni la “grande ora di buio” si è allargata ad altre zone del mondo, lasciando nell'oscurità temporanea piazze, strade e monumenti di grandi città internazionali come Piazza Navona a Roma, il Cristo Redentore di Rio de Janeiro, la Torre Eiffel a Pariggi, Il Ponte sul Bosforo in Turchia. In Italia saranno 400 i comuni che spegneranno completamente le luci per un'ora, tra cui Torino, che lascerà al buio la Mole Antonelliana; Verona dove sarà spenta l’Arena; Venezia, con la suggestiva Piazza San Marco. A Roma, invece, il buio calerà su diversi luoghi simbolo tra i quali la Basilica di San Pietro e il Colosseo. Una delegazione del Wwf sarà inoltre accolta dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la consegna di una targa commemorativa. Anche il Senato della Repubblica e la Camera dei deputati hanno espresso il loro apprezzamento per l'iniziativa, concendendo alla manifestazione il loro patrocinio. Inoltre, per l'occasione, verranno lasciate al buio per qualche minuto anche le sedi istituzionali del Quirinale, di Palazzo Madama e di Palazzo Montecitorio.

 

L'evento al Maxxi – La grande novità dell'edizione 2017 della “Earth Hour” in Italia è l'adesione del Museo nazionale delle arti del XXI secolo, che per la prima volta spegnerà la sua facciata. L'evento, previsto per le 20.30, sarà anticipato da un'intera giornata a tema durante la quale l’area esterna del museo si trasformerà per qualche ora nella piazza di “Aspettando Earth Hour”. Il Wwf sarà presente sul luogo dalle 11 con immagini e maschere di orso polare, la specie simbolo degli effetti del cambiamento climatico. Ad aiutare il Wwf per l'evento del Maxxi ci saranno anche circa 50 tra ragazze e ragazzi delle scuole superiori di Roma che affiancheranno l'associazione nelle attività di sensibilizzazione, organizzazione ed educazione. Alle 15:30 sono previsti i laboratori per i più piccoli, accompagnati da tante attività divertenti come il Face Painting e il Gioco dell’oca a tematica ambientale. Alle 18:30 spazio a un flash mob di danza pop realizzato dalla Millennium Dance School e con la partecipazione di Urban Dance Accademy, Italia Tap Orkestra e Giava Scuola di danza. Alle 20.30, si spegneranno per un’ora le luci del suggestivo e moderno Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo e alle 22.30, guidata dai maestri dell’Associazione Tangare, ci sarà una milonga collettiva aperta al pubblico.

Leggi tutto