"Fa' la cosa giusta!": torna la fiera sugli stili di vita sostenibili

Foto di Alessia Gatta
1' di lettura

Si svolgerà dal 10 al 12 marzo nei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity. Edizione numero quattordici, con oltre 300 eventi in programma e dodici sezioni tematiche. L'obiettivo è far riflettere tutti sulle proprie abitudini e "avvicinarli ad alternative possibili, più rispettose dell'ambiente e dell'uomo"

Tre giorni di eventi, laboratori, incontri, degustazioni, spettacoli, presentazioni. Tre giorni per far conoscere le “buone pratiche” di consumo e produzione e valorizzare le eccellenze italiane. Torna a Milano Fa’ la cosa giusta! 2017, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. L’appuntamento è dal 10 al 12 marzo nei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity.

L’obiettivo - Questa del 2017 è l’edizione numero quattordici della fiera, nata nel 2004 da un progetto della casa editrice Terre di mezzo. L’edizione del 2016 ha registrato numeri importanti: 70mila presenze, 770 espositori, oltre 300 appuntamenti in programma, 550 giornalisti accreditati, 4mila studenti coinvolti nel progetto scuole. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di stimolare tutti, soprattutto i più giovani, “a riflettere sulle loro abitudini quotidiane e avvicinarli ad alternative possibili, più rispettose dell'ambiente e dell'uomo”.

I temi – Anche il programma di quest’anno prevede oltre 300 eventi per tutte le età. Le sezioni tematiche saranno dodici: si va da ambiti storici come la moda etica, l'alimentazione biologica o l'arredamento sostenibile, a settori emergenti come la scelta vegana e cruelty free, passando per le aree dedicate all'associazionismo e all'economia carceraria. Alcuni incontri e dibattiti avranno per protagonista l’Economia circolare, il modello economico basato sulla riparazione e sulla rigenerazione, e la sua concretizzazione nella vita quotidiana. Spazio anche ai laboratori di cucina sostenibile con la FunnyVeg Academy e i sei mini corsi tenuti da chef importanti. Lezioni anche per chi vuole imparare a fare il sapone in casa o ad utilizzare al meglio le piante come elementi d’arredo domestico.

Bambini e famiglie – Previsto, poi, un polo d’intrattenimento per i bambini, dove i più piccoli potranno giocare, suonare, disegnare, e uno per le famiglie, dove queste avranno modo di scoprire come i diversi metodi educativi, come quelli montessoriani e steineriani, possano essere applicati anche nella scuola pubblica e nella vita quotidiana con i ragazzi. C’è anche l’area “gattonamento”, con nursery, per i bimbi fino a 3 anni, e una serie di appuntamenti per le donne incinte su temi che riguardano la vita dei neo-genitori. Le scuole, poi, potranno accedere gratis a tutti i laboratori e percorsi guidati.

Il video dell'edizione del 2016

Leggi tutto