Come riciclare i regali di Natale indesiderati

Un pacco regalo (Getty Images)
1' di lettura

Dalla vendita online alle donazioni benefiche, passando per il classico baratto tra amici: ecco tutte le alternative per sbarazzarsi dei doni natalizi poco graditi

Riciclare o non riciclare un regalo indesiderato ? Questo il dilemma di fronte al quale si trovano, nel periodo di Natale, molte persone. A chi non è capitato infatti, scartando uno dei tanti pacchi sotto l'albero, di ritrovarsi tra le mani un oggetto poco gradito? Ogni anno maglioni dai colori troppi accesi, scarpe demodè e articoli d'arredamento decisamente appariscenti finiscono nel cassonetto o negli angoli più bui dell'armadio di chi li ha ricevuti, che troppo spesso non ha il coraggio di sbarazzarsene. Esistono però numerose alternative per smaltire gli oggetti indesiderati, così da ridurre la quantità dei rifiuti destinati alle discariche e fare più spazio nei propri cassetti, regalando magari anche un sorriso a qualcuno meno fortunato.

 

Cambiare il regalo in negozio – Occorrerà una buona dose di coraggio per chiedere lo scontrino a chi vi ha offerto il regalo sgradito, ma si può sempre ricorrere a classiche scuse come “la taglia è sbagliata” o “ne ho comprato uno identico qualche giorno fa”. In questo modo non solo smaltirete un oggetto o un indumento indesiderato, ma ne otterrete in cambio uno di vostro gradimento.

 

Mettere in vendita l'oggetto su internet – Il mondo del web offre molte alternative a chi si ritrova puntualmente a dover riciclare qualche regalo poco apprezzato. Su eBay, ad esempio, si può mettere in vendita ogni genere di oggetti, dagli indumenti ai gadget, dagli accessori per la casa ai giocattoli. Per chi debba sbarazzarsi di un libro o di un dvd, invece, il portale migliore è Amazon. Unico consiglio: scegliere un prezzo abbordabile per il prodotto, considerando che in molti casi l'acquirente dovrà pagare anche le spese di spedizione.

 

Fare della beneficenza – Quale miglior occasione del periodo natalizio per fare del bene? Indumenti, giocattoli e accessori possono essere consegnati ai mercatini di beneficenza o in un centro di raccolta organizzato dalle parrocchie. Facendo delle ricerche su internet sarà possibile trovare quelli più vicini alla propria residenza.

 

Ri-regalare – La soluzione perfetta per unire l'utile al dilettevole: se il regalo ricevuto non rispecchia i vostri gusti ma sarebbe perfetto per una persona che conoscete, non esitate a fargliene dono. Badate solo che il fortunato prescelto non conosca la persona da cui avete ricevuto voi il dono, e cercate di rendere il regalo un minimo più personale facendo un nuovo pacchetto e aggiungendo un bigliettino d'auguri.


Organizzare uno swap party - Gli amici si vedono nel momento del bisogno, e se anche loro hanno dei regali da smaltire,  organizzare una festa ad hoc potrebbe risolvere il problema di molti. In uno swap party, “festa del baratto”, tutti i partecipanti portano con sé un dono da scambiare con un altro degli invitati. Prima che la festa abbia inizio, sarà meglio stabilire delle regole, come il numero massimo di regali da portare e la scaletta con l'ordine di scelta per ciascuno dei presenti.

 

Ri-usare in modo creativoChi è particolarmente creativo potrà divertirsi a personalizzare e dare nuova linfa agli oggetti indesiderati per risparmiare e rispettare l’ambiente. Un maglione, con un po' di fantasia, potrà diventare un utile copricuscino o una borsa portaoggetti, mentre un foulard potrebbe trasformarsi in una sacca per i libri o abbellire un vaso da cortile.

Leggi tutto