Un "aspirapolvere" gigante per ripulire l'aria dal particolato

Lo smog a Parigi (Getty Images)
1' di lettura

Il sistema, sviluppato dalla società olandese Envinity Group, consentirebbe di filtrare l'atmosfera circostante, aspirando le minuscole particelle tossiche prodotte dalle fonti inquinanti

La startup olandese Envinity Group ha presentato il 25 ottobre ad Amsterdam un nuovo sistema capace di aspirare aria dall'atmosfera e di purificarla. Una sorta di gigantesco "aspirapolvere": così lo hanno definito i tecnici della società olandese, che hanno sviluppato un dispositivo in grado di aspirare aria per un raggio di 300 metri e un’altezza di sette chilometri. Questo "grande aspirapolvere" sarebbe in grado di filtrare, almeno secondo i test effettuati sul prototipo all'Energy research centre of the Netherlands, circa 800mila metri cubi di aria ogni ora.

 

 

Un aspirapolvere d’acciaio –  "È un complesso filtro industriale di circa otto metri realizzato in acciaio, che funziona come un aspirapolvere", ha detto Henk Boersen, portavoce del gruppo Envinity durante la presentazione. Una grande colonna d’aria viene aspirata, passata in un filtro speciale e quindi riemessa nell'atmosfera, chiara e ripulita. Il prototipo testato nel Centro di ricerca dei Paesi Bassi sarebbe in grado di filtrare il 100% delle polveri sottili e il 95% delle particelle ultrafini.

 

 

 

L’emergenza inquinamento atmosferico – Secondo l’Agenzia europea per l’ambiente, le particelle sottili che si diffondono nell’atmosfera e che possono avere "effetti negativi sulla salute" sono causate dalle emissioni derivanti dalle combustioni industriali. In uno studio dettagliato dell’Organizzazione mondiale della sanità, è emerso che il 92% della popolazione mondiale vive in luoghi in cui la qualità dell’aria è al di sotto degli standard fissati dall'istituzione. Sono almeno 3 milioni all’anno le persone che perdono la vita a causa dell’inquinamento atmosferico. Addirittura, l'Ocse, l’Organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione economica, ha concluso nel report intitolato "The cost of air pollution in Africa" che l’inquinamento atmosferico nel continente africano è più letale della malnutrizione e delle morti causate dall’assunzione di acqua non potabile. Secondo Boersen, il progetto presentato da Envinity Group ha già attirato l’interesse di governi, imprese e aeroporti.

 

 

Altri progetti – Il sistema di purificazione dell’aria di Envinity Group non è il primo esperimento del genere. Un altro depuratore chiamato "Smog free tower" è stato installato a Pechino e lanciato lo scorso settembre dall’artista olandese, Daan Roosegaarde. Lo studio Roosengraarde sostiene che il dispositivo sia in grado di pulire fino a 30 mila metri cubi d’aria all’ora, raccogliendo più del 75 per cento di particelle nocive.

Leggi tutto